logo Pro Loco logo sospirolo.net
Il Cammino Sospirolese - 35 km e 1.700 m dslv
Da Domenica 21 Marzo a Venerdì 31 Dicembre
dal Prà de la Melia


Inaugurato il Cammino Sospirolese

Ha una lunghezza di 35 km, escluse alcune varianti
aggiuntive, e un dislivello di 1.700 m.

Il percorso è descritto in una pubblicazione con cartina
che si può trovare all’edicola di Sospirolo centro e in alcune
librerie specializzate.  

 

Guarda la video-inaugurazione su YouTube:  
https://youtu.be/vSDYAo6UQ_o

e il sito www.camminosospirolese.org




 

Il “Cammino sospirolese” – 35 km e 1.700 m di dislivello

Presentato ufficialmente venerdì 19 marzo 2021 a Sospirolo, è un progetto nato da un’idea del Csms (Centro Studi Montagna Sospirolese), associazione di volontariato molto attiva per la valorizzazione del territorio sia da un punto di vista manutentivo che culturale. «Sull’esperienza maturata in questi anni di attività si è pensato a un percorso per unire tra loro i sentieri esistenti sul territorio e con essi valorizzare le bellezze di Sospirolo, a somiglianza dei più noti cammini italiani» ha spiegato il presidente Stefano Sanniti.

Progetto ambizioso, ma che, a giudicare dai brillanti risultati del Csms sinora raggiunti, già sottende ottime prospettive in termini di riscontro. Il “Cammino sospirolese” ha una lunghezza di circa 35 km, escluse alcune varianti aggiuntive, e un dislivello di 1700 m. L’inizio del Cammino è ubicato nell’area di “Prà de la Melia” presso gli impianti sportivi di Gron ed è indicato da segnavia e tabelle direzionali lungo tutto il percorso. Esso attraversa zone di indubbio valore paesaggistico e architettonico: in estrema sintesi, attraversa Sass Muss, le Masiere fino ad arrivare nell’area della Certosa di Vedana e San Gottardo. Poi tocca I Salet e le pendici del Piz Vedana, ai confini meridionali dei Monti del Sole. Altre affascinanti località comprese sono le Rosse, Santa Giuliana, San Michele fino ad immergersi nella Valle del Mis. Ancora, Staol del Doro, La Mandra, Carpenade, Col di Fioch fino a scendere a Villa Sandi Zasso in località Moldoi. Si passeranno poi belle frazioni prima di raggiungere il centro di Sospirolo e, passando per Camolino, ritornare a Gron al punto di partenza.

Il percorso è efficacemente illustrato in una pubblicazione “smart” con annessa cartina pieghevole. Il libretto include inoltre undici interessanti varianti al tratto principale, cui riservare del tempo a parte: da Casera Nusieda a Gena, dal Monte Sperone al Fornel. Include poi brevi pagine dedicate a punti di interesse (Lago di Vedana, Borgo di San Gottardo, ecc), personaggi noti (Segato, Buzzati) e approfondimenti su flora e fauna locali. Non da ultimo, un importante spazio è dedicato all’ospitalità con l’elenco di ristoranti, prodotti tipici e B&B in chiave di promozione turistica. «La proposta vuole essere aperta a livello nazionale con lo scopo di far soggiornare per più giorni il visitatore, perciò è fondamentale l’accoglienza turistica e dunque il coinvolgimento degli operatori turistico-commerciali della zona» ha chiarito il presidente.

Il libretto, a tiratura limitata, si può trovare presso l’edicola in centro a Sospirolo e in alcune librerie specializzate a offerta libera; è nato anche il sito web collegato www.camminosospirolese.org che illustra il progetto. Hanno collaborato Comune di Sospirolo, Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, Pro Loco “Monti del Sole”, Cai Feltre e alcuni sponsor.

Il Cammino è stato simbolicamente inaugurato domenica 21 marzo da parte del noto sospirolese Fausto De Poi, con già all’attivo particolari sfide atletiche di successo.


Seguici su Facebook  Seguici su Twitter